Quale piattaforma scegliere per il blog?

In rete puoi trovare tantissime informazioni su tutte le piattaforme più o meno note ma prima di scegliere ti consiglio di farti una domanda: qual’è il tuo obiettivo?

Mantenere aggiornato un blog è un vero e proprio lavoro, qualunque sia la nicchia da te scelta ti renderai conto presto che l’impegno non è limitato alla scrittura del post ma dovrai acquisire competenze e aggiornarti quotidianamente perchè questo è un mondo dove può cambiare tutto dalla mattina alla sera. Poi dovrai condividere i post e far conoscere il blog, cercare lettori e followers nei social collegati (ne parleremo in un altro post) e molto altro ancora.  Non voglio scoraggiarti, pensalo come a una piantina che dovrai accudire giorno per giorno e farlo crescere con il tuo tempo e il tuo impegno costante.

Perchè ti dico questo? Perchè è statisticamente provato che la maggior parte dei blog aperti anche con molto entusiasmo, chiudono dopo pochi mesi per scoraggiamento. Ma anche di questo parliamo un’altra volta, ora occupiamoci della piattaforma.

Quale piattaforma scegliere per il blog?

Piattaforme per blogging gratuite, si o no?

Risposta breve: sì.

Visto che ancora non sai se avere un blog ti piacerà come stai immaginando ora, direi che per cominciare è sicuramente meglio una delle tante piattaforme gratuite che puoi trovare in rete. In un secondo tempo, se deciderai di avere un tuo dominio ed essere così più libero, non perderai niente e potrai molto facilmente trasferire tutti i tuoi post nel nuovo blog.

Te ne presento alcune e come al solito non ti darò pareri tecnici, se fai una ricerca li puoi trovare ovunque, ma te ne parlerò in maniera molto pratica. Alla fine quello che ci interessa è se è semplice da utilizzare, cosa possiamo e non possiamo fare.

Quale piattaforma scegliere per il blog?

Il mio primo blog l’ho aperto qui, sulla piattaforma Over-blog. Nell’indecisione ho scelto la piattaforma che aveva una mia amica.
Esteticamente non mi dispiace affatto, ci sono abbastanza temi che si possono sufficientemente modificare ma se vuoi inserire dei banner, video o foto nella home (qui ne vedi nella colonna a destra) è un disastro. Permette di inserire i codici uno di seguito all’altro in soli due widget e se vuoi modificare il codice di un banner o inserirne uno nuovo è scomodissimo. Inoltre la disposizione delle icone dei social, widget per iscrizioni ecc. non la puoi decidere perchè è fissa.

Per quello che riguarda la scrittura, non è male l’idea di poter inserire in blocchi diversi testo, foto, codici html, citazioni, video ecc. e anche se non ti permette di modificare la grandezza delle foto, puoi scegliere diverse opzioni come incolonnamento, affiancate o slide.

Su Over-blog si può avere una buona visibilità ed è possibile anche condividere automaticamente i post nelle community che puoi trovare nella home della piattaforma, purtroppo Over-blog è francese e di piattaforme italiane non ce ne sono molte.

E’ possibile ottenere molto facilmente un indirizzo personalizzato facendo un abbonamento premium di poco più di 50 euro all’anno che ti permette anche di dividere i profitti dei banner di proprietà della piattaforma. Non credere a quello che dicono, il guadagno è piuttosto basso e ci vorrà almeno un anno per raggiungere la cifra minima che però potrebbe essere utile per rientrare nelle spese dell’abbonamento. Io li ho disabilitati perchè sono troppi e appesantiscono il caricamento del blog.

In conclusione: piattaforma molto carina, adatta a blog personali, forse un po’ pesante ma non mi ha mai dato problemi di nessun genere. 

Quale piattaforma scegliere per il blog?

Sicuramente Blogger o Blogspot è il più gettonato. E’ figlio di Google, senz’altro il più semplice e intuitivo da utilizzare ed è perfetto per i non esperti del web.

Quello che mi piace è che puoi gestire il layout come vuoi, ogni widget puoi spostarlo dove preferisci, permette di modificare le larghezze delle colonne, l’inserimento di banner, video o foto è molto semplice e, a differenza di Over-blog, ogni banner ha un gadget a sè, quindi comodissimi da inserire, spostare, cancellare e modificare. Puoi anche modificare il codice html ma meglio non metterci le mani se non si è esperti.

Il punto dolente è che malgrado i nuovi temi, non è una piattaforma che può essere considerata professionale. Si può sicuramente acquistare il dominio per collegarlo alla piattaforma ma non avendoci mai provato non so dirti bene i costi, quello che so è che non è un’operazione immediata e priva di noie.

Essendo di proprietà di Google potrebbe essere indicizzato meglio ma, appunto, potrebbe, detto tra noi mi sono sempre trovata molto meglio con Over-blog. In compenso hai una completa integrazione con tutti i servizi di Google come Google Analytics, Gmail, Google +, AdSense.

Senz’altro è una piattaforma consigliata per chi è alle prime armi.

Quale piattaforma scegliere per il blog?

Worpress.com, da non confondere con Worpress.org perchè stiamo parlando di piattaforme gratuite.

Nella versione gratuita abbiamo già un’idea di come potrebbe essere avere un blog personale di primo livello, la differenza tra il .com e il .org è notevole ma le basi sono le stesse.

Esteticamente è senz’altro la piattaforma che può dare un’aria più professionale al blog, i suoi temi sono molto eleganti e si possono modificare inserendo widget, cambiando sfondi, foto header ecc. ma non è permesso inserire banner pubblicitari di nessun genere.

Esistono due abbonamenti: il premium e il business che permettono qualche cosa in più come ad esempio l’inserimento di qualche plugin o la monetizzazione dei banner presenti (wordads) ma il costo è abbastanza alto, soprattutto per l’abbonamento business. Se vogliamo più libertà e abbiamo del denaro da investire, è senz’altro meglio scaricare Worpress.org e cercare un sito hosting come ad esempio Siteground, credo che alla fine la spesa non sia molto diversa. 

Se però vuoi solo un indirizzo personalizzato, con poco più di 20 euro all’anno puoi avere il tuo indirizzo con l’estensione che preferisci .it .com .blog ecc. Ottimo direi!

Se non si è capito WordPress è la piattaforma che preferisco in assoluto.

Quale piattaforma scegliere per il blog?

Ci sarebbe forse da parlare di Tumblr anche se non è da considerare una vera e propria piattaforma. E’ considerato microblogging, un posto a cavallo tra il blog e il social network, una via di mezzo tra WordPress e Twitter dove poter esprimere i propri pensieri e inserire video e foto ma non è un vero e proprio blog.

E’una piattaforma che ha avuto molto successo tra i giovanissimi ma puoi trovare davvero di tutto. Io lo utilizzo solo per condividere i post del blog ma se ne vuoi sapere di più qui puoi trovare una guida Non è aggiornatissima ma spiega abbastanza bene come funziona.

Come blog te lo sconsiglio però puoi utilizzarlo anche tu per condividere i tuoi articoli, video e foto anche di Instagram 

Quale piattaforma scegliere per il blog?

Queste sono le piattaforme più note, ne esistono tantissime ma sono senz’altro le migliori e quelle che posso consigliarti anch’io se vuoi aprire un blog.

A te la scelta! 

Print Friendly, PDF & Email

Approfondisci alla Fonte Articolo :

http://www.chiacchieretranoi.com/2017/09/quale-piattaforma-scegliere-per-il-blog.html?utm_source=flux&utm_medium=flux-rss&utm_campaign=marketing-social-media