Quando parliamo di bolle sottopelle ci riferiamo alla formazione dei fastidiosissimi brufoli, che si presentano spesso come bollicine rosse che possono avere una piccola protuberanza bianca contenente del pus che si è accumulato nel poro della pelle.

Nel caso di brufoli sottopelle, però, la formazione di pus rimane nella sacca interna, l’epidermide non subisce lesionata, l’infiammazione, per cui, resta all’interno, nella sottocute.

Le bolle o brufoli sottopelle si presentano come piccole imperfezioni, sotto forma di papule, cisti o punti neri, nella maggior parte dei casi non si notano esternamente ma se ne intuisce la presenza, perché la zona si presenta arrossata o screpolata.

Ci sono casi in cui questi brufoli portano prurito sia alla comparsa che durante la fase di guarigione dell’infiammazione, mentre durante la fase acuta possono essere dolorosi.

La dimensione dei brufoli è variabile, possono rimanere piccoli, ma anche farsi grossi, duri e dolori, al termine del processo infiammatorio possono rimanere sulla pelle, anche rimpiccioliti.

Perché si formano i brufoli sottopelle?

Le cause della formazione dei brufoli sotto pelle e sulla superficie dell’epidermide sono molteplici, di seguito andiamo a scoprirle nel dettaglio.

Produzione di sebo eccessiva: i brufoli sono la manifestazione dell’acne, ovvero, si tratta dell’infiammazione di un bulbo pelifero causato dalla troppa produzione di sebo da parte della ghiandola sottostante. Il sebo viene prodotto dalla nostra pelle con fine auto protettivo, ma quando non riesce a fuoriuscire, si accumula e causa ristagno nella zona, successivamente, entra in contatto con i batteri della zona e il risultato è un processo infiammatorio che poi da luogo ai fastidiosissimi inestetismi della pelle.

Problemi epatici: è risaputo che il fegato è una sorta di filtro per l’organismo, nel caso non funzioni a dovere, le tossine non vengono eliminate ed è più frequente che i brufoli e gli inestetismi sottopelle facciano la loro comparsa, per cui è particolarmente indagare se è questa la causa dell’eccessiva comparsa dell’acne e intervenire sul problema.

Cause ormonali e genetiche: l’acne e l’eccessivo numero di brufoli è causata anche da fattori genetici, in particolare, in presenza di livelli elevati di testosterone nel sangue o di ormoni androgeni, che stimolano le ghiandole sebacee a produrre più sebo.

Da notare, infatti, che l’acne è presente soprattutto in adolescenza, quando il cambiamento a livello ormonale è frequente e causa, quindi, la comparsa di brufoli e punti neri.

Così come accade per l’acne giovanile, anche nelle donne che affrontano una gravidanza o sono in fase mestruale, sono soggette alla comparsa di brufoli, poiché vi è una variazione dei livelli ormonali.

Troppe impurità che ristagnano: i punti neri, invece, si formano a causa dell’otturazione da parte di agenti esterni del bulbo pelifero rimasto aperto, in questo modo è come se si creasse un tappo.

In questo caso si tratta di brufoli più antiestetici e che tendono a rimanere nel tempo, ma sono a minor rischio di infiammazione, difficilmente si trasformeranno in protuberanze rossicce.

Allergie di ogni tipo: la formazione dei brufoli sottopelle è causata anche dalle allergie, che siano allergie primaverili o allergie alimentari.

Print Friendly, PDF & Email

Approfondisci alla Fonte Articolo :

https://www.blog-estetica.it/la-pelle/bolle-sottopelle-cosa/